Diario alla Bella Antiglia

maremma

Diario alla Bell’Antiglia

Oggi voglio scrivere del mio ultimo recente viaggio …

Che siano ricordi lontani, segreti, emozioni passeggere legate ad un viaggio, ispirazioni tratte dall’osservazione della natura o di un’opera d’arte, il momento creativo legato all’atto della scrittura sottende sempre ad un atto manuale carico di significati simbolici ed intimi.

La scrittura è un movimento che contiene una tensione interiore che ha bisogno di esprimersi, di uscire allo scoperto rispecchiando lo stato d’animo in cui è stato prodotto; la scrittura è l’illustrazione di un pensiero, di un’idea, del paesaggio interiore che si  disegna prima dentro di noi e che poi si sviluppa sulla carta seguendo i moti della nostra sensibilità: è un universo di linee e segni che tracciano atmosfere esclusivamente private.

Ed a proposito di paesaggi ed atmosfere, non posso non scrivere un articolo sulle note  riportate a margine  del mio “diario di viaggio” di questa estate 2020, un po’ “strana”, in cui riuscire a viaggiare sembra un vero  e proprio lusso, un grande regalo da apprezzare più del solito … che meta era meglio  scegliere per garantirsi una vacanza in sicurezza e libertà? Un luogo che coniugasse la possibilità di visitare siti interessanti con quella di godere di tranquillità e contatto con la natura … ho scelto la Maremma, una parte della Toscana che ancora non conoscevo e che mi ha riservato sorprese davvero straordinarie, per la sua bellezza, la sua varietà di panorami, la sua marcata identità; la selvaggia terra dei butteri, battuta da un sole implacabile, e al tempo stesso carica di romanticismo.

La struttura presso cui ho soggiornato prende il nome da quello dalla  Regina Etrusca “la Bella Antiglia”, la cui leggenda aleggia ancora nelle misteriose terre maremmane, tra le città scavate nel tufo dove fu sepolta con la sua carrozza  e quattro cavalli d’oro … al calar del sole la Bella Regina “appare” lasciando nelle stanze di questo bioagriturismo profumi di essenze che fanno sognare …

Tramonti unici, magiche suggestioni, l’incontro con piante e fiori nel giardino zen curatissimo; in questo  antico casale contadino ora elegantemente ristrutturato, ho trovato una location davvero unica per una vacanza di tutto relax, per la mie fotografie (ogni angolo è una vera chicca), per confrontarmi con le proprietarie Sabrina ed  Arjana sulle attività olistiche che si svolgono nella struttura in alcuni “momenti” dell’anno: salute naturale, corsi di riconoscimento di erbe selvatiche, yoga, meditazione, alimentazione naturale e … perché no, un giorno magari anche la mia grafologia

bella antiglia

In questa vacanza ho scritto e scattato molto, tutto intorno a me era ispirazione, in ogni direzione il mio sguardo si dirigesse nascevano belle ed intense emozioni.

Felice “porto” a casa una meravigliosa esperienza e tanti bei ricordi che ancora più belli appariranno al calar dell’estate, quando le giornate bruscamente inizieranno ad accorciarsi, quando gli abiti leggeri,  trasparenti e dai colori sgargianti verranno riposti nell’armadio; ma nel regno della Bella Antiglia il freddo inverno pare non arrivi mai, il clima resta mite, le piante continuano a fiorire, le leggende ad aleggiare ed i tramonti ad incantare  …

p.s. www.labellantiglia. it

bioagriturismo

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirmi sul blog …